ADOTTA UNA FAMIGLIA (ASILO MARIUCCIA)

Il Progetto ha supportato una delle iniziative benefiche della "Fondazione Asilo Mariuccia", storica istituzione no-profit che dal 1902 opera attivamente per aiutare le fasce più deboli della società.

In particolare, attraverso una importante donazione, il Club "ha adottato" una famiglia italiana fornendo un valido sostegno per far fronte alle difficoltà econominche e di salute.

(Socio responsabile: Fulvio Franzini)

 

ARCHITETTI ROTARIANI PER MILANO

Le piazze costituiscono elementi funzionali, sociali, estetici dei centri abitati, di cui costituiscono i gangli essenziali e maggiormente caratterizzanti, e spesso non sono ben fruibili dalla collettività.

Tenendo presenti tali premesse, l’Amministrazione Comunale in carica, ha espresso il proprio interesse per lo studio di soluzioni riguardanti alcuni spazi periferici o semiperiferici della città che, pur disegnati, non hanno mai avuto la possibilità di essere efficacemente vissuti.

In collaborazione con il Distretto 2041, l’Associazione Architetti Rotariani Per Milano Città Metropolitana, ha promosso una nuova iniziativa con fini etico sociali, seguendo il filone della riqualificazione dell’esistente nell'ambito del rinnovamento urbano.

A questo scopo l’Associazione ha promosso la riqualificazione di alcune piazze milanesi (in particolare Piazzale Siena, lo slargo di via dei Transiti, Piazza Schiavone) e nel contempo ha messo a punto nuove metodologie di progettazione degli spazi collettivi.

L'obiettivo è quello di progettare una piazza che sappia, con le sue strutture, “produrre beneficio” in termini sociali e di qualità della vita.

(Socio responsabile: Leonardo Lombardi)

 

BORSE DI STUDIO INDIA

Svolto in collaborazione con i Rotary Club Lugano Lago e India, il Club ha elargito una donazione che ha consentito a delle studentesse indiane meritevoli di usufruire di borse di studio universitarie.

(Socio responsabile: Giudo Moreo)

 

BORSE DI STUDIO OSPEDALE GULU

Il Club ha elargito una donazione che ha consentito la formazione di parte del personale medico dell'Ospedale Lacor.

(Socio responsabile: Alessandro Biletta)

 

PROGETTO SOPHIA

Nato nel 2005, il progetto si è rivolto per 12 anni a gruppi di detenuti della casa circondariale di Milano San Vittore che sono preselezionati dall'equipe pedagogica della medesima struttura. Dal 2018 il progetto è realizzato presso la casa di reclusione Milano Opera.

Partendo dall'assunto che l’istituzione carceraria acquista senso solo se aiuta il detenuto a confrontarsi con la sua colpa in termini educativi, il progetto, ha l'obiettivo di educare i detenuti alla cura della propria vita emotiva attraverso un percorso educativo che consente ai partecipanti non solo di analizzare e conoscere meglio se stessi (lavoro psicologico su se stessi) ma anche di ricercare una dimensione di senso comune (la cura degli altri passa necessariamente dalla cura di se viceversa).

Il processo educativo si svolge in gruppi di mutuo aiuto ed è realizzato con degli incontri in cui si instaura una relazione dialogica tra i detenuti ed il docente.

Il progetto ha coinvolto cinque licei di Milano (Carlo Tenca, Parini, Tito Livio, Argonne, Monforte), infatti a ciascun incontro partecipano degli studenti maggiorenni. La loro presenza, insieme a quella dei Rotariani, ha un molteplice valore educativo. I ragazzi imparano a non sviluppare atteggiamenti di intolleranza o di rigetto nei confronti delle persone che hanno compiuto errori gravi, comprendono che anche chi ha commesso crimini orribili può riprendere in mano la propria vita e rappresentano un segno e uno stimolo positivo per il cammino rieducativo dei detenuti, che percepiscono concretamente che al di fuori del carcere ci sono persone che sono pronte a incontrarle senza pregiudizi.

(Socio responsabile: Giuseppe Sgarra)

 

SCAMBIO GIOVANI

Svolto in collaborazione con il Distretto 2041, il progetto ha consentito ad uno studente italiano, all'ultimo anno di scuola superiore, di frequentare un intero anno accademico negli Stati Uniti e contestualmente ad una studentessa di Taiwan di frequentare una scuola italiana. 

Gli studenti vivono con più famiglie ospitanti e durante lo scambio sprigionano il loro potenziale per imparare una nuova lingua e cultura, allacciare amicizie durature e diventare cittadini del mondo.

(Soci responsabili: Guido Moreo, Anna Zaretti)

 

SCHOLA PLUS

Svolto in collaborazione con i Distretti 2041, 2042, 2050 il Programma Schola Plus promuove una didattica digitale attiva nel sistema educativo tecnico professionale per l’Alfabetizzazione e l’Integrazione Sociale di cittadini stranieri.

L'obiettivo è quello di diffondere le migliori pratiche di didattica digitale attiva, con una collaborazione tra Scuole Professionali in rete, e di promuovere un sistema educativo che sviluppi nei giovani le competenze occorrenti ad affrontare i cambiamenti nel mondo del lavoro e nella società causati dalla "rivoluzione digitale" in atto. Il Programma è attivo da diversi anni e le azioni attualmente in corso sono le seguenti:

  • Avviare tra un gruppo di scuole professionali capofila del Programma la condivisione in rete di contenuti e pratiche di didattica digitale attiva;
  • Offrire un supporto per l’aggiornamento dei docenti delle scuole partecipanti, con corsi sponsorizzati dal Rotary e gestiti da esperti dell’AICA Lombardia;
  • Rendere disponibile alle scuole partecipanti un portale web, sponsorizzato dalla Commissione Interdistrettuale, per la gestione e la condivisione di contenuti digitali didattici;
  • Promuovere un Convegno tra scuole professionali, organizzato da AFOL Monza Brianza per condividere le esperienze delle scuole capofila  del Programma.

Sito web: http://www.alfabetizzazione.it/

(Soci responsabili: Francesco Bruno, Angelo Mastrandrea, Alessandra Perelli, Enrico Mariani)

 

UNA PIANTA PER ROTARIANO

Il Presidente Rotary International 2017-18 Ian Risely ha lanciato un progetto internazionale chiedendo a tutti i soci del Rotary di piantare un albero per frenare l’innalzamento della temperatura del pianeta. 

 La Fondazione Rotary per Milano, al fine di attuare il progetto, ha individuato uno specifico sito in cui mettere a dimora circa mille piante verdi e circa mille piante da frutto. Queste creeranno un frutteto che servirà oltre a produrre ossigeno, a dare cibo ai disabili e alle famiglie in difficoltà. Le piante sono state messe a dimora con l’aiuto di disabili ed ex tossicodipendenti.

Sito web: http://www.fondazionerotarymilano.com/una-pianta-per-rotariano-12-million-tree-planting-challenge/

(Socio responsabile: Alberto Rossi)

loader

banner gero

 

Corso Plebisciti, 19 - 20129 Milano
riva.rcmilanosudest@fastwebnet.it

C.F. 97035550157

COOKIE POLICY



© 2018 - Tutti i diritti riservati.
web by sofos LAB